Dal minimalismo al post rock – cap. 23

Dal minimalismo al post rock – cap. 23

Il minimalismo è un movimento musicale del secondo novecento il cui stile è divenuto tra i più diffusi nell’ambito delle colonne sonore. Dagli anni ’80 ad oggi il suo linguaggio essenziale – composto da droni, cellule reiterative e strutture poliritmiche – ha influenzato decine di compositori, montatori e registi cinematografici. Nei primi decenni del ventesimo secolo si afferma il post rock che, intrecciandosi spesso con le tecniche minimaliste e condividendone lo stile scarno, genererà una nuova declinazione della musica per cinema.

Henry Mancini – cap. 11

Henry Mancini – cap. 11

L’italo-americano Henry Mancini cambia radicalmente lo stile della musica per immagini degli anni ‘50, iniettando il jazz nei tradizionali arrangiamenti orchestrali e divenendo il compositore più noto della cosiddetta commedia sofisticata.

Il western – cap. 9

Il western – cap. 9

L’epopea del film western è stata fondamentale per la storia del cinema americano ma la sua evoluzione, in particolare quella musicale, si è poi sviluppata soprattutto nel cinema europeo, in special modo in quello italiano.

Bernard Herrmann – cap. 8

Bernard Herrmann – cap. 8

Bernard Herrmann è sicuramente il più influente tra i compositori di musica per film venuti alla ribalta dopo i primi dieci anni del cinema sonoro. Lo stile moderno di Herrmann ha creato un modo unico e speciale di approccio alla composizione cinematografica che ancora oggi è molto emulato.